Claudio Borroni
PAROLE, SGUARDI, GESTI E FORME
Ci siamo fatti vicino all’altro con la nostra presenza, coinvolti nella loro vita per il tempo di un battito di ciglia. La potenza e la forza della speranza che i ragazzi hanno condiviso con noi sono state un dono che ci ha pervaso l’animo con un movimento emozionale che io chiamo amore.

Roberta Di Matteo
UNA CASUALITA' CHE ARRICCHISCE

I reportage giornalistici sugli schermi nelle nostre calde case mi appaiono, da lì, come parole superficiali, parole che non muovono l’animo, parole che non muovono nulla. Per tale motivo credo che la casualità del terremoto abbia arricchito la nostra esperienza: è stato possibile toccare con mano la paura, l’incertezza, l’impossibilità di una pianificazione futura… ma anche l’altruismo, la solidarietà, la forza di tante persone allontanate dalle loro case e lasciate a se stesse.

Cristina Pipan
ARCOBALENI, PALLONCINI E NUOVE CASE PIENE DI CUORI

Erano arrabbiati, tristi, ma la voglia di ricominciare era tanta, ed è da loro che si ricomincia, dalla loro gioia, e dalla loro creatività e ciò che abbiamo portato è stato un mezzo per sostenerli per farli sentire che non sono soli e che tutto si può trasformare nella vita e tutto può ricominciare.

Daniela Vargiu
ANDARE OLTRE L'ESPERIENZA
L'esperienza è andata oltre a quello che mi sarei aspettata.
Questa volta non erano cartelle cliniche, non erano racconti di pazienti è stato vivere qualcosa standoci dentro.Tutto è passato anche attraverso il corpo: percepire la terra muoversi, il tavolo spostarsi, le emozioni dei racconti.

Leggi tutto ...

Lyceum - Associazione Culturale per la Formazione e l'Aggiornamento - Via Calatafimi, 10 - Milano - P.IVA 02742460161