<






Qui di seguito, il programma e gli album fotografici dello Stage Internazionale di Elena Makarova del luglio 2011.


Destinatari

Il seminario si rivolge ad arteterapeuti, a psicologi e psicoterapeuti, a docenti ed a diplomandi, ma anche a persone che desiderino sperimentare l'arteterapia e il fenomeno dell'arte e della libertà della persona pur non avendo una competenza specifica.

Conduttrice
Elena Makarova

Artista, critico d’arte, scrittrice di prosa, storica, biografa, autrice di documentari e curatrice di mostre.
Nata a Baku, in Azerbaijan, ha vissuto a Mosca, dove insegnava arte ai bambini di una scuola sperimentale.
Trasferitasi in Israele nel 1990, ha lavorato come insegnante d’arte al Museo d’Israele a Gerusalemme.
Considera ispiratrici e maestre Edith Kramer e Friedl Dicker Brandeis.
A Friedl Dicker Brandeis (1898-1944), grande artista e pedagogista della Scuola del Bauhaus, uccisa ad Auschwitz, ha dedicato molti anni di lavoro e di studio ricostruendo la particolare metodologia da lei utilizzata nei laboratori d’arte rivolti all’infanzia e tenuti nel campo di transito di Terezin. Alla stessa artista ha dedicato una biografia dal titolo “Friedl-Dicker-Brandeis. Una vita nel nome dell’arte e dell’insegnamento”, pubblicato nel 1999 in tedesco e tradotto in inglese, ceco, francese e giapponese e un romanzo biografico in lingua russa dal titolo “Friedl”, pubblicato nel 2012.
Ha al suo attivo circa 50 titoli, pubblicati con alcune Case Editrici russe, i cui temi toccano l’arte e la storia dell’Olocausto ed includono volumi in prosa, quali la raccolta di racconti tradotti anche in lingua italiana “Le erbe di Odessa” (Edizioni La Tartaruga).
Molti sono i testi di arteterapia da lei scritti, con cui ha descritto il particolare e personale approccio che caratterizza i suoi laboratori, tra questi gli ultimi sono “Liberate l’elefante” e “Il movimento definisce la forma”.
Curatrice di 40 mostre internazionali, ha realizzato numerosi documentari dedicati alla storia e all’arte. La sua mostra più recente, “Tremila destini”, dedicata alla tragica storia dei trasporti di ebrei dal lager di Terezin a Riga (1942), ha avuto come designer la figlia Maria Makarova e si è tenuta nella capitale lettone nel 2014.
Membro del Pen Club Internazionale e dell’Unione degli Scrittori della Federazione Russa.
E’ stata insignita del premio “Il migliore libro scritto non in ebraico”(1966) e della medaglia d’onore dell’Associazione Janusz Korszak a Gerusalemme (2005).
Atttualmente vive in Israele, ma conduce percorsi di arte e arteterapia in Italia, Russia, Ucraina, Germania, Svezia, Israele e Repubblica Ceca.
E’ docente della Formazione Biennale per Esperto di Laboratori Esperienziali e della Formazione in Arteterapia Clinica di Lyceum, Milano.

Siti
http://elena-makarova.info/forum/
http://www.makarovainit.com/
https://www.facebook.com/pages/Elena-Makarova-Universe/420144308075980
http://forum.mykanon.com/index.php
http://makarovainit-ru.livejournal.com/

Programma
Questo seminario sarà dedicato alla pratica del sistema di insegnamento dell’arte alla Bauhaus e si baserà sull’esperienza dell’artista e pedagogista Friedl Dicker-Brandeis. Allieva della Bauhaus (1919-1923), ebbe come maestri Johannes Itten, Paul Klee, Oskar Schlemmer e Lyonel Feininger, artisti e pedagoghi famosi a livello mondiale. Friedl incominciò ad insegnare presto, e già nel 1920 tenne per il "Corso introduttivo alla Bauhaus", rivolto a principianti.
Un altro aspetto dei suoi ampi interessi furono i bambini e la loro vita creativa: lavorò con i figli degli emigranti a Praga (1934-1938), con i bambini ebrei a Gronovo (1939-1942) e con i quelli rinchiusi nel campo di concentramento di Terezin.
Friedl morì ad Auschwitz nell’ottobre 1944, ma i disegni dei bambini del campo si sono conservati. La loro analisi dimostra che proprio l’arte è la reale terapia, efficace in qualsiasi situazione di vita.
Il suo scopo è liberare il potenziale creativo nel partecipante. "Chi sa disegnare il punto e la linea può disegnare tutto quello che vuole – Noi adulti abbiamo il problema del timore, sviluppatosi durante l’adolescenza a causa di un insegnamento errato. La terapia dell’arte è proprio la maniera giusta per eliminare “lo stress adolescenziale”, per provare finalmente piacere nel processo creativo, e liberarsi così sia dall’abitudine ad inseguire il risultato, sia da quella di assegnarci dei voti, delle valutazioni”.

La personalità di Friedl Dicker-Brandeis, la sua pedagogia e la sua arte, hanno avuto un ruolo di rottura nella vita di Elena Makarova.
L’incontro con Friedl, grazie ad un catalogo dei disegni dei bambini di Terezin alla fine degli anni ’80, ha dato nuovo significato al suo intervento di terapia artistica con i bambini a Mosca. A lei si deve, grazie alla raccolta delle testimonianze dei sopravvissuti e alle ricerche di archivio, la riscoperta di questa straordinaria figura.
Elena Makarova ha fatto conoscere Friedl con numerose mostre in tutto il mondo e pubblicazioni tradotte in varie lingue.

Date
Sabato 9 e Domenica 10 luglio 2010


Lyceum - Associazione Culturale per la Formazione e l'Aggiornamento - Via Calatafimi, 10 - Milano - P.IVA 02742460161