<






Oltre le certezze ...
Daniel Arasse, uno tra i più importanti storici dell'arte degli ultimi decenni, scrive un libro dal titolo alquanto curioso :” Non si vede niente”; poi, però, ci offre un punto di vista insolito su quadri famosi di Velasquez, Tintoretto, Bruegel, etc.
È dunque possibile aprirsi ad altri punti di vista e coltivare, con cura ed attenzione, il pensiero divergente, di cui il processo creativo è uno degli esempi più eclatanti?

E ancora ...
Il modello sociorelazionale in cui siamo immersi ci ha sempre più abituati a NON essere visti per come siamo, a NON essere capiti per quel che pensiamo, a NON essere ascoltati per quel che veramente diciamo. Una negatività che fa da sfondo a relazioni interpersonali a tal punto uniformi e rigide che quando qualcuno ci VEDE (in senso psicologico) ne siamo sorpresi e gratificati.

E infine ...
Quanto siamo capaci, noi, di attivare nuovi punti di vista per comprendere l'altro/gli altri, senza perdere i nostri riferimenti essenziali?


La Proposta
Una giornata sul filo dell'arteterapia, dell'arte, della psicologia per incominciare a muoverci nella comprensione dell'altro con attitudine dinamica, alla scoperta di nuovi, possibili, punti di vista.

Metodologia
Riferimenti teorici essenziali verranno proposti attraverso l'esemplificazione di casi e l'utilizzo di immagini di artisti, arteterapeuti, pazienti.
Materiali artistici saranno a disposizione degli iscritti per alcune realizzazioni pratiche,
si consiglia abbigliamento comodo e “a prova di colore”.

Destinatari
Lo stage è aperto a tutti. Si rivolge ad arteterapeuti, psicologi, educatori, ma anche a chi desidera sperimentare l'arteterapia pur non avendo competenze specifiche.


Conduttrice
Norberta Biasin
, Laureata in Filosofia con indirizzo Sociologico è arteterapeuta diplomata presso la Scuola Quadriennale di Formazione in Arteterapia Il Porto-Adeg di Torino, associato alla New York University.
Dirige, negli anni ottanta, servizi comunali per la prima infanzia, centri di aggregazione giovanile, attività formative per educatori ed insegnanti.
Docente, a Torino e Siena, in Filosofia e Scienze Umane coordina progetti nell'ambito dell'offerta formativa e attiva Centri di Ascolto in Istituti superiori.
Arteterapeuta opera nel campo dell'abuso ai minori, disagi adolescenziali, tossicodipendenze ed alcoolismo, devianze, neuropsichiatria.
Già vicepresidente e docente dell'Associazione “ Edith Kramer Onlus” di Torino, dal 2007 è docente nella Formazione Triennale in Arteterapia Clinica Vitt3.

Data
Sabato 30 novembre 2013 - dalle 10 alle 17



Lyceum - Associazione Culturale per la Formazione e l'Aggiornamento - Via Calatafimi, 10 - Milano - P.IVA 02742460161