Percorso didattico

IL PERCORSO DIDATTICO

DELLA FORMAZIONE IN ARTETERAPIA CLINICA DI LYCEUM


COVID-19: COME E’ CAMBIATA LA FORMAZIONE IN ARTETERAPIA CLINICA

Durante l’anno 2020, la pandemia da Covid-19 ha condizionato la Formazione in Arteterapia. Abbiamo dovuto confrontarci con distanze di sicurezza, mascherine, divieto di contatto, igienizzanti, assenza di presenza…
Dopo un primo periodo di chiusura, durante il primo lock down, abbiamo cercato in ogni modo di mantenere in vita tutti i nostri progetti formativi e lo abbiamo fatto grazie all’utilizzo di una piattaforma informatica, già esistente e funzionante da anni, ad alcune lezioni pre-registrate a cui facevamo già riferimento e a tutti gli strumenti informatici da noi conosciuti.
Sicuramente è stato un momento fecondo di idee, di progetti e di apprendimenti.
Il tentativo di raggiungere i nostri studenti ci ha fatto crescere sul piano del digitale.
Le lezioni teoriche sono state facilmente trasformate in lezioni online, ma le esperienze? E i percorsi di arteterapia?
Come è possibile condividere il processo creativo senza che le mani e il nostro corpo fosse lì nello stesso spazio e nello stesso tempo?
Piano piano, abbiamo cominciato a capire che il nostro fare artistico poteva essere condiviso anche se aveva luogo nello spazio casalingo di ognuno, all’interno di un tempo che diventa comune, grazie al collegamento che ci permetteva di condividere le differenti fasi dell’incontro di arteterapia, con la fase creativa, la verbalizzazione, la condivisione delle immagini su piattaforma.
La nostra tavola imbandita, non era più uno spazio comune, ma uno spazio che ognuno allestiva per sé, non per questo meno importante, soprattutto in un momento in cui la creatività assumeva un ruolo fondamentale per reagire al trauma collettivo che stavamo vivendo.
Abbiamo così scoperto una nuova potenzialità, pur riconoscendo il ruolo primario della presenza e del contatto nell’ambito dell’arteterapia, sappiamo che ci sono buone potenzialità nella conduzione online, ad esempio ci permette di essere insieme anche se distanti, permettendoci di diminuire i weekend in presenza, risparmiando le energie e i costi di lunghi viaggi per chi viene da lontano.
Questa esperienza ci ha cambiati e la nostra Formazione, anche nel 2021/2022, continuerà con una percentuale di lezioni online, quelle che mantengono contenuti e significati anche se non vengono effettuate in presenza, mentre salvaguarderemo la relazione per alcune lezioni più esperienziali, che continueremo a svolgere presso la nostra sede di Via Calatafimi, 10 a Milano. Ciò renderà più fruibile il percorso formativo, senza compromettere il raggiungimento degli obiettivi che ci prefiggiamo.

CALENDARIO E ORARI DELLA FORMAZIONE

La Formazione prevede tre anni a frequenza obbligatoria. Le lezioni sono suddivise in 30 giornate nel fine settimana per ogni anno di corso (28 il primo anno), dalle ore 10.00 alle 17.30 con un intervallo per il pranzo.
Il primo anno di formazione inizia a Novembre, mentre per i successivi le lezioni riprendono entro le prime settimane di settembre. L’Anno Formativo 2021-22 inizierà a Novembre 2021.

TUTTE LE DATE

Il Calendario 2021-22 è già disponibile a questo link, il prossimo stage di selezione è previsto per il 19 Settembre 2021.
Inviaci la tua candidatura, seguici sui nostri canali social, o iscriviti alla nostra mailing list per rimanere aggiornato!


COME SI ARTICOLA IL PERCORSO

 
GIORNATE DI FORMAZIONE IN PRESENZA e ONLINE

Lezioni teoriche e pratiche in presenza attraverso le quali verrà definito il quadro teorico di riferimento, la metodologia dell’approccio “Arte come Terapia”, la rilettura di particolari periodi della storia dell’arte attraverso un’ottica arteterapeutica, gli interventi clinici e applicativi in arte terapia riferiti a diverse tipologie d’utenza.

PERCORSI ARTISTICI

Si tratta di percorsi espressivi guidati da Arteterapeuti, dove ognuno ha modo di vivere personalmente le tecniche dell’arteterapia, attraverso la sperimentazione di differenti materiali artistici e la condivisione della propria esperienza all’interno di un gruppo di riferimento.

SUPERVISIONE

La supervisione “accompagna” lo svolgimento dei tirocini durante tutto il percorso.
I supervisori seguono in itinere gli allievi tramite la lettura di note di processo, note descrittive che vengono redatte dagli studenti ad ogni incontro di tirocinio, che costituiscono uno scambio comunicativo tra il Supervisore e il Tirocinante che avviene tramite il sistema FAD (Formazione a Distanza). Le esperienze di tirocinio vengono, anche, condivise ed analizzate nelle supervisioni di gruppo, calendarizzate con cadenza mensile.

CORSI TEORICI MISTI E FAD (Formazione A Distanza)

Sistema informatico appositamente creato per:

  • video lezioni su argomenti teorici e relative dispense
  • documentazione per le attività di tirocinio
  • caricamento esercitazioni
  • inserimento note di processo, focus, casi clinici relativi ai tirocini e scambio di comunicazioni tra i tirocinanti e l’Equipe di Supervisione di riferimento.
 
TIROCINIO

Le lezioni metodologiche permettono la messa a fuoco dei fondamentali aspetti organizzativi e metodologici della conduzione dell’intervento in arteterapia.
Il tirocinio didattico è obbligatorio, e permette allo studente di sperimentarsi in diversi ambiti, quali ad esempio: handicap fisico e psichico, dipendenze da sostanze, disturbi dell’alimentazione, neuropsichiatria infantile, patologie psichiatriche, malattie degenerative dell’anziano, malattie oncologiche, ecc.

Il primo tirocinio si rivolge ai bambini della Scuola dell’Infanzia.

La seconda esperienza di tirocinio riguarda le aree dell’handicap e dell’adolescenza.

Nel terzo anno le tipologie di utenza previste riguardano le differenti situazioni di disagio psichico e fisico nell’adulto e la terza età con le conseguenti malattie degenerative dell’anziano.
Il tirocinio può essere svolto presso strutture presenti sul territorio in cui l’allievo vive e/o lavora.
Lo studente viene seguito nello svolgimento del tirocinio con incontri mensili di supervisione di gruppo e tramite FAD (piattaforma informatica per la Formazione A Distanza).

Lo studente ha la possibilità, nella ricerca delle sedi di tirocinio, di costruirsi una rete di riferimento sul territorio.
Una volta attivata la convenzione con la struttura (se non è già attiva), collabora con lo staff socio-sanitario o educativo, partecipa alle riunioni d’equipe, relazionando sull’andamento dei percorsi di arte terapia che conduce. Al termine del percorso è prevista la presentazione di una relazione scritta all’Ente ospitante, oltre alla stesura di un caso clinico che sarà oggetto di esame.

TESI

La tesi prevede la rielaborazione di uno o più casi clinici individuati durante il proprio percorso di tirocinio, con l’approfondimento di temi teorici correlati a tale esperienza.
La discussione finale avverrà in presenza di una Commissione di Esperti.


SUDDIVISIONE DELLE DISCIPLINE E DEI CAMPI DI ESPERIENZA


LE TEORIE

LA DEFINIZIONE DEL QUADRO TEORICO
IL METODO “ARTE COME TERAPIA”

ARTETERAPIA

PERCORSI ESPERIENZIALI ED ESPERIENZE ARTISTICHE MONOTEMATICHE

APPLICAZIONI CLINICHE IN ARTETERAPIA

ESPERIENZE DI INTERVENTI IN ARTETERAPIA APPLICATI A DIFFERENTI CONTESTI E UTENZE

TIROCINIO CON SUPERVISIONE

TIROCINIO DI CONDUZIONE SUPERVISIONATI

Share: